OlimpiaSile slogan 900x400

Eletto il nuovo consiglio direttivo

Confermato il presidente Claudio Borella e il dirigente responsabile Mauro Nalin.
Gli allenamenti sono ripresi, ora aspettiamo le prime partite

Sotto di uno, manca una manciata di secondi alla fine, arresto, tiro, la palla danza sul ferro……..
Parlare di voglia di basket in questo tragico periodo di pandemia, che ha colpito famiglie, affetti, lavoratori, sembrerebbe irrispettoso, quasi ci costringesse a farlo sotto voce, con pudore.
Ma questo terribile virus, che in qualche modo, più o meno grave, ci ha colpiti tutti, alcune cose non può far morire, ovvero le nostre passioni, i nostri sogni, la nostra speranza.
Quella voglia di un ragazzo di sentire l’adrenalina per la partita, la concentrazione prima, con i propri compagni, e il vociare poi, nella vittoria o nella sconfitta, tra le pareti dello spogliatoio, la soddisfazione di un allenatore di poter vedere realizzate quelle cose insegnate per ore in palestra, il desiderio dei genitori di poter vedere i propri figli divertirsi rincorrendo una palla, di un arbitro di interrogarsi sulla bontà delle proprie decisioni.
E figuriamoci se non vi sia il desiderio da parte di tanti dirigenti, di vedere finalmente concretizzarsi i sacrifici fatti per poter mandare avanti, unicamente con la loro passione, e nonostante tutto, una società dilettantistica.
E noi dell’Olimpia Sile questa passione la stiamo mantenendo e coltivando, seguendo i protocolli giustamente imposti, fermandoci quando necessario, facendo svolgere, nel limite del possibile, l’attività sportiva ai nostri ragazzi.
Nel frattempo abbiamo rinnovato il consiglio direttivo, e vogliamo ringraziare chi ne è uscito, per tutto ciò che finora ha dato e che continuerà a dare come socio, ed augurare buon lavoro a chi ne è entrato a far parte (vedi link).
E questo nuovo consiglio sta già lavorando affinchè si possa organizzare all’aperto anche l’attività del minibasket, per i tanti bimbi che hanno bisogno di divertirsi e socializzare.
Già stiamo pianificando il futuro, la prossima stagione, convinti che i sacrifici di tutti, il rispetto delle regole e questi benedetti vaccini, potranno riportarci ad una situazione di normalità.
E già da ora ringraziamo anche i nostri sponsor che anche in periodi di sacrifici non hanno voluto far mancare il loro appoggio, certi che continueranno a sostenerci anche nell’immediato futuro.
E allora che quella palla, dopo aver danzato sul ferro, entri o meno a canestro, non ha importanza, ciò che conta è averla potuta tirare.