OlimpiaSile slogan 900x400

Ripartono le interviste del nostro Andrea, alla scoperta del mondo OlimpiaSile, attraverso le parole degli allenatori, atleti, dirigenti delle varie squadre.

....partiamo da un allenatore, amico, appassionato di basket che è legato alla nostra società da ormai molti anni.

Iniziamo, con questa, una serie di interviste a vari personaggi che fanno parte della nostra famiglia OlimpiaSile. Dovendo essere io a farle, non potevo che cominciare da un amico, con il quale abbiamo trascorso ore insieme in palestra e nei trasferimenti, condiviso gioie ed incazzature (scusate il termine) .

Parlo del coach Claudio Scomparin

Ciao Claudio, intanto ti chiedo, tutto bene ? Salute e lavoro ?

Ciao Andrea, felice di risentirti . 

Devo dire che faccio parte di quella ristretta cerchia di persone fortunate che sono in salute, e che non hanno perso neanche un giorno di lavoro in quest'ultimo anno, drammaticamente segnato dalla pandemia.

Quale squadra segui per l’OlimpiaSile  ?

Per la stagione 2020/21, sono stato scelto dalla dirigenza dell'OlimpiaSile come Capo Allenatore del gruppo U.14, tutti  ragazzi nati nel 2007, più Filippo del 2008.

Gruppo molto ben allenato, nei loro precedenti anni di attività, compatto e talentuoso, completato al meglio con l'arrivo di tre ragazzi dal TVB e uno dalla Reyer Venezia.

Vi state allenando ?

Ci stiamo allenando bene, nonostante qualche stop dettato da decreti, e tempi di reazione alle misure comportamentali da seguire per circuire questo malefico Virus. Al mio fianco c'è coach Marco Maso, un assistente di lusso, vista la sua preparazione e competenza.

Con questi presupposti non potremo che fare bene, ma le parole d'ordine restano " Impegno e Sudore" nulla di più di quello che si chiede in ogni palestra degna di questo nome.

Cosa prova un allenatore a non provare a testare i propri ragazzi in partita, durante un campionato reale ?

Per essere sinceri fino in fondo, ammetto che la mancanza del confronto, genera un minimo dubbio sul valore assoluto del gruppo, dubbio che perde presto di valore quando si vedono miglioramenti tecnici e atletici nei singoli giocatori, capaci di far capire anche ai non addetti ai lavori che la strada è quella giusta e tranquillizzare il coach.

 

E i ragazzi cosa dicono ?

I ragazzi non dicono mai nulla in proposito, almeno con me, ad ogni modo, so con certezza, quanto manchi loro la routine delle gara a fine settimana, e la gioia per una vittoria, meglio ancora se sofferta fino al secondo finale.

Com’è allenarsi sapendo che poi non potrete fare del vero agonismo ? I giocatori riescono lo stesso ad applicarsi con concentrazione  ?

C'è qualcosa di magico nell'indossare le scarpe da Basket, ed affrontare quei 90' dedicati ad una attività che li rende felici e fieri per appartenenza ad un gruppo, che li distingue da chi a differenza loro, non si allena, oppure, segue uno sport diverso. Per questo motivo la  concentrazione è sempre molto alta, e quando non è cosi ci sono due allenatori sempre pronti a rimetterli in carreggiata per rientrare nei ritmi giusti di lavoro.

Non temi vi sia il rischio di perdere per strada qualche ragazzo promettente?

Ho avuto qualche pensiero del genere mesi fa, ora però, mi sono reso conto che nelle altre società stanno incontrando i nostri stessi problemi.  La felicità che scorgo nei loro sorrisi dopo il cambio delle scarpe civili con quelle tecniche, e la corsa per recuperare un pallone dalla cesta, mi fa capire che difficilmente perderemo per strada un numero di ragazzi diverso da ogni anno che ha preceduto questo.

A proposito, come giudichi il tuo gruppo ?

Gli U.14 di quest'anno sono un gran bel gruppo, educati, affiatati e molto dediti alla fatica.

Sono particolarmente soddisfatto della squadra e dell'impegno che mettono sul parquet, senza contare che la frequenza agli allenamenti da parte di tutti loro è da incorniciare. Avremo delle soddisfazioni da questi ragazzi. Sicuro

Comunque dobbiamo essere consapevoli che il poter portarli in palestra, nonostante tutto, sia utilissimo per il loro svago, la loro capacità di socializzare, non solo dietro ad un tablet o uno smartphone. Che ne pensi ?

Sono consapevole che Tablet e Smartphone abbiano un valore nell’ attività sociale dei ragazzi, ritengo comunque che i legami, oltre allo svago, che si formano in palestra, siano di valore assoluto, e determinanti per la formazione del carattere e per il rispetto degli spazi altrui. Per questo siamo grati a società e dirigenti che hanno lavorato a testa bassa perchè questo potesse accadere

Era ora che lisciassi il pelo anche a noi dirigenti...

 

Come hai vissuto nei periodi di maggiore chiusura causa pandemia, l’astinenza da basket ?

In realtà ho dedicato un po’ più tempo alla famiglia,  inoltre, avendo qualche ora libera, mi sono documentato sul web migliorando il mio bagaglio tecnico, seguendo dei link dedicati a noi allenatori di basket

 

Il tuo allenatore preferito di sempre ? E il giocatore ?

Come allenatore, ora come ora, penso ad Ettore Messina essendo coach dal  grande carisma e dal talento fuori dal comune, ma mi sono spesso ritrovato negli insegnamenti di John Wooden,, coach NCAA scomparso nel 2010. Come giocatore in attività Joel Hans Embiid centro dei Sixers, mentre del passato Drazen Petrovic professionista pazzesco.

Con Drazen ti piace vincere facile !

Segui altri sport, qualche squadra in particolare ?

Seguo l'atletica leggera in tutte le specialità che la formano, che si tratti di lanci, salti, o corse. Sono simpatizzante del Milan calcio ma è una decisione che ha preso mio padre (gran intenditore tuo padre NDR) quando sono nato. Seguo lo sport a tutto tondo non riuscendo a cambiare canale TV quando per caso ne incontro uno.

Abbiamo parlato spesso della nostra passione, al di là della palla a spicchi, ovvero la musica . Ne hai fatto overdose di ascolto ?

La musica fa sempre parte dei miei momenti liberi, direi che ne ascolto molta in questo periodo.

Quale genere preferisci ?

La passione nasce con Hard Rock ed Heavy Metal, che ascolto ancora, ma ora però molto Blues e musica Classica che con delle buone cuffie mi provocano delle vibrazioni meravigliose e aggiustano il mio stato d'animo.

Gibson o Fender ? Gilmour o Jimmy Page ?

Tutta la vita Jimmy Page, facile capire che preferisco Gibson.

Birra o Spritz ?

Birra.

A quando una bella mangiata insieme ? Mi han detto sei un buon cuoco ; notizia vera ? La tua specialità ?

Mi auguro presto, molto presto. Adoro cucinare e la mia stazza fa capire che nulla viene sprecato dopo essere stato cotto. Antipasti e secondi.

Ma se sei un figurino ?

 

Occhio, comunque, che i tuoi giocatori ci leggono , poi vorranno assaggiare

Hahaha.

Qualcosa di particolare che vorresti aggiungere ?

Vorrei aggiungere che dopo 10 anni di Under18 o Under20 dove la crescita tecnica ha dei periodi piuttosto lunghi, amo vedere i risultati del lavoro settimanale in palestra con questi ragazzi più giovani che assorbono con avidità quello che gli viene proposto.

Ti ringrazio, a presto

Ciao Andrea, grazie e a presto.

Vi assicuro che Claudio, oltre ad essere un bravissimo coach, è anche una gran bella persona (una lisciata gliela dovevo anch’io)

 

Alla prossima !