OlimpiaSile slogan 900x400

Palasilea , 15-02-2020

Prima vittoria tra le mura amiche del Nuovo Anno, sono stati bravi i nostri ragazzi a rimanere concentrati e lucidi fino alla fine.

I tabellini personali dimostrano come ogni giocatore abbia dato il proprio contributo per la vittoria
Olimpiasile vs Fiamma Venezia
67 - 59
14-15 36-27 48-47 67-59
Gianmarco Bergo, autore di una grande sfida ad "alta quota "

Era una sfida attesa come un esame, come un primo appuntamento. La partita per noi era importantissima, perché il Fiamma Venezia aveva 2 punti in più in classifica, perché vincere significava tenersi ancora agganciati al treno che porta ai play-off. Eravamo memori di quanto combinato all'andata quando per una serie di sfortunate coincidenze, abbiamo lasciato i due punti a Sestriere Canareggio. L' Olimpiasile invece in questa occasione vince e convince, e per la prima volta nel 2020 lo fa davanti al proprio pubblico. Alla palla a due coach Schiavinato sceglie di partire con un quintetto "leggero", i ragazzi iniziano con una discreta intensità, per tutto il quarto le squadre si studiano e si equivalgono, pochi falli da ambo le parti e punteggio basso perché la difesa forte ed aggressiva e la specialità di entrambe le squadre. Si capisce che sarà una partita equilibrata dove risulterà determinante l'esperienza e la tranquillità in campo. Alla prima sirena il parziale è di 14 a 15. Rientriamo dopo la pausa breve decisi a strappare e ad imporre il nostro gioco veloce e pressante; la difesa sembra essere impenetrabile e la precisione nella realizzazione aumenta, Gabbin e Compagni capitalizzano la migliore strategia e chiudono a metà incontro con un buon margine 36 a 27. Dopo l'intervallo lungo i Veneziani sono decisi a ribaltare la situazione, si dimostrano essere avversario esperto e combattivo, trovano la chiave per metterci in serissima difficoltà. La difesa a zona a fronte dispari o fronte pari diventa per noi la Muraglia Cinese, non riusciamo più ad eseguire con efficacia i nostri giochi, l'attacco viene neutralizzato e la difesa rimane scoperta e disattenta, in un quarto perdiamo tutto il vantaggio costruito prima dell'intervallo. Chiudiamo la frazione avanti di un solo punto 48 a 47. Nell'ultimo quarto dopo alcuni minuti di sostanziale parità tra le squadre e con il Fiamma sempre schierato con la difesa a zona, lo staff in panchina e' bravo a trovare il piano giusto per fare breccia nel arroccata difesa veneziana e con un quintetto mirato mettiamo un margine sufficiente per portare a termine vittoriosi questa emozionante sfida. La partita finisce 67 a 59 e questo ci permette di ribaltare la differenza canestri fattore importante in questo momento del campionato. È stata una bella partita, anche se non siamo riusciti ad avere continuità soprattutto in attacco. Abbiamo faticato molto contro il loro gioco a zona, di positivo sicuramente c'è la difesa che ci ha permesso di tenere gli avversari sotto i 59 punti. Bene anche la distribuzione dei punti in attacco, tutti i giocatori sono andati a referto, discreta la media dei tiri dalla lunga (6 triple realizzate) e buona quella dei tiri dalla lunetta (9/12). La prossima partita sarà Domenica contro l'indiscussa padrona del girone blu, andremo a far visita alla Pallacanestro Spinea e sappiamo essere una sfida molto molto difficile.

Olimpiasile : Callegaro 7, Portello C. 5, Gabbin (k) 6, Sottana 7, Furlan 7, Bergo 10, De Pieri, Baseggio 8, Portello J. 13, De Cicco 4. All. Schiavinato Ass. Lorenzetto
Fiamma Venezia : Cipolato 6, Vavasori, Frison 12, Pasin (k) 8, Conz 7, Cosmo 11, Bertolini 11, Contin, Rossi n.e., Scarpa 4, Dei Rossi n.e. All. Borsato Ass. Caburlotto